Camilla Specchierla

psicomotricitàLaureata in Scienze delle attività motorie e sportive, specializzata in Scienze e tecniche dello sport.
Psicomotricista in attesa di diploma presso la scuola superiore professionale di Psicomotricità Ciserpp di Verona.
Allenatrice primo livello giovanile di pallavolo.
Parallelamente al corso universitario inizia a formarsi come allenatrice di pallavolo presso la società sportiva “Antares” di Borgo Roma frequentando nel frattempo il corso di primo livello per allenatori del settore giovanile. Consegue la laurea triennale ad ottobre del 2007 presentando una tesi dal titolo “La prescrizione degli esercizi fisici nei soggetti con aritmie” e nel frattempo inizia a lavorare come insegnante di educazione motoria presso due scuole dell’infanzia paritarie di Verona. Durante i due anni di specializzazione collabora con il laboratorio di fisiologia dell’esercizio della facoltà di scienze motorie che la portano ad elaborare una tesi sperimentale dal titolo “Il recupero nell’esercizio fisico contro resistenza. Aspetti cardiovascolari e metabolici”. Dopo il conseguimento del titolo di specializzazione incrementa l’attività lavorativa occupandosi sempre di progetti di attività motoria presso le scuole d’infanzia sia del comune di Verona che nella provincia di Verona. Nel 2010 diventa animatore dei centri estivi presso la piscina di Villafranca, diventando poi responsabile nel 2011 del gruppo “baby 3-6 anni”.Nel 2012 diventa responsabile del settore minivolley presso la polisportiva “La Vetta” di Domegliara, e nel frattempo accetta l’incarico come responsabile del progetto “Più sport @ scuola” presso l’istituto comprensivo “Dante Alighieri” di Sant’Ambrogio di Valpolicella. Nel 2013 frequenta il corso annuale di Educazione psicomotoria presso la scuola di psicomotricità CPM di Brescia e nel 2014 si iscrive alla scuola superiore professionale triennale di Psicomotricità “Ciserpp” di Verona presieduta dal Dott. Franco Boscaini. Nel corso dei tre anni si forma come psicomotricista frequentando sia le lezioni che più di 1000 ore di tirocinio presso asili nido, scuole dell’infanzia, scuole primarie, centri diurni e studi privati avendo modo di apprendere la professione da ottimi psicomotricisti, in associazione ad un’ottima supervisione della scuola stessa.
Ha terminato la scuola e sostenuto tutti gli esami, ad ottobre si diplomerà.