Danza Modern

Danza ModernDanza moderna

Nata in un’America in costruzione a cavallo tra Ottocento e Novecento, la danza moderna riassume in sé quella ricerca di libertà e di ampi spazi in cui perdersi, quell’attenzione per la salute del corpo che sono proprie di una nazione appena nata dove uomo e natura cercano un equilibrio reciproco. E’ infatti dopo essere entrate in contatto con la “ginnastica armonica” di Steele Mackaye, allievo americano di Delsarte, che Ruth St. Denis, Isadora Duncan e Loie Fuller, le sue tre grandi pioniere, sviluppano, ognuna in maniera originale, la loro nuova idea di movimento in danza. Se la prima conduce la sua vita e la sua carriera artistica negli Stati Uniti, fondando con il marito Ted Shawn la scuola Denishawn, Loie Fuller, acrobata di luci, e Isadora Duncan, che danza scalza liberando i piedi dalle scarpette da punta, lasciano invece il continente natio per la lontana Europa. Numerosi sono i loro allievi e gli esponenti successivi, sempre impegnati ad arricchire la nuova tecnica con le loro idee e inclinazioni. Alla prima generazione che conta i nomi di Martha Graham, Doris Humphrey, José Limòn, Charles Weidman e Katherine Dunham, seguono poi Alwin Nikolais, Carolyn Carlson, Alvin Ailey, Twyla Tharp, Rudolf Laban, Mary Wigman e Kurt Joss.
Il ripensamento del corpo proprio della modern-dance, da alcuni inteso come ri-fondazione dell’uomo intero, considerato nella sua globale unità, vede, come linee principali di azione, un maggior utilizzo della schiena, delle sue curve e della sua fluidità, un interesse al suolo e alla forza di gravità e un più generale avvicinamento alla libera espressione delle persone, nella costante consapevolezza della diversità di ogni singolo individuo.

A partire dai 6 anni. Corsi divisi per età e livello.

Insegnanti:

Modern 1 e 2: Elena Ventoruzzo

Modern 3: Silvana Anastasi

Modern 4: Grazia Bisighin

Modern 5: Alberto Munarin (assistente Grazia Bisighin)